Anna Parodi Leone – Alla venticinquesima ora

Anna Parodi Leone
Alla venticinquesima ora ©

Lettura di Luigi Maria Corsanico

Opera pittorica di Edgar Caracristi

Concerto Grosso No.3 III Grave – Arcangelo Corelli
Chamber Orchestra of the Moscow Conservatory
conducted by Gennady Cherkasov

**************************************

Alla venticinquesima ora
di Anna Parodi Leone ©

Sull’onda lunga della memoria
c’è un largo richiamo alla coscienza,
un appello degli assenti senza volto:
-Non dimenticate,
che il ricordare vi sia di monito-

S’ alzano canti di viola omelie,
evocazioni di moltitudini sparse
senza più voce,
brucia nei turiboli l’incenso
non di acre odore.

E l’aspersorio
non placa quelle seti
dentro i vagoni
di un’umanità tradita.

Figli della rappresentazione
e orfani del vero
ritornano alle proprie case
nel nome del padre
che lasciò i suoi figli morire.

Alla venticinquesima ora
tacciono le voci
delle agonie del mondo.

Solo il vento
ha perenne memoria
di ciò che disperse.

2 pensieri su “Anna Parodi Leone – Alla venticinquesima ora

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...