WENDELL BERRY – COME ESSERE UN POETA (PER MIO PROMEMORIA)

WENDELL BERRY – COME ESSERE UN POETA
(PER MIO PROMEMORIA)
Wendell Berry
How to be a poet
New Collected Poems. Berkeley, Counterpoint, 2012.

La traduzione è di Vincenzo Perna
Edizioni Lindau

Lettura di Luigi Maria Corsanico

Gnossienne 1 – Erik Satie
Libera versione per bandoneon
Luis Villegas

*****************************************

I

Trova un posto per sederti.
Siediti. Resta in silenzio.
Dovrai fare affidamento su
affetti, letture, conoscenze,
abilità – più di quante
tu ne abbia – ispirazione,
impegno, maturità, pazienza,
perché la pazienza congiunge il tempo
all’eternità. Dubita
del giudizio
di chi elogia i tuoi versi.

II

Respira con respiro incondizionato
l’aria non condizionata.
Lascia perdere i fili elettrici.
Comunica con lentezza. Vivi
una vita a tre dimensioni;
stai lontano dagli schermi.
Stai lontano da tutto ciò
che offusca il luogo in cui si trova.
Non esistono luoghi che non siano sacri;
soltanto luoghi sacri
e luoghi profanati.

III

Accogli quanto viene dal silenzio.
Fanne il meglio che puoi.
Con le minute parole che a poco a poco nascono
dal silenzio, come preghiere
riverberate verso chi prega,
componi una poesia che non turbi
il silenzio da cui è nata.